Click on the slide!

Blocco Studentesco: striscioni in tutta Italia per ricordare la vittoria italiana nella Prima Guerra Mondiale

Roma, 4 nov – “Ieri notte il Blocco Studentesco ha voluto celebrare la data del 4 novembre con…

Leggi tutto...
Click on the slide!

Blocco Studentesco: blitz in tutta Italia nel giorno della Breccia di Porta Pia

Roma, 20 Settembre - Per ricordare la presa di Roma del 20 settembre 1870 il Blocco Studentesco ha…

Leggi tutto...
Click on the slide!

Blocco Studentesco: manifesti e gigantografie in tutto il Nord Italia per ricordare Giovanni Gentile

Milano, 15 apr – Un blitz a Milano, gigantografie a Verona, manifesti negli istituti scolastici di…

Leggi tutto...
Click on the slide!

Il Blocco Studentesco celebra il Giorno del Ricordo

Roma, 10 Febbraio - Foibe: alcuni italiani non dimenticano” è il testo degli striscioni affissi nella notte…

Leggi tutto...
Click on the slide!

Blocco Studentesco:"Renzi pagliaccio" centinaia di striscioni in tutta Italia contro la "buona scuola"

11 gen - Centinaia di manifesti raffiguranti Renzi col naso da pagliaccio affissi fuori dagli istituti scolastici contro…

Leggi tutto...
Click on the slide!

Blocco Studentesco: Ottenuti oltre 27mila voti nelle scuole d'Italia, decine di consiglieri eletti nelle consulte provinciali

Polacchi, "da nord a sud siamo tornati protagonisti della politica studentesca" Roma, 15 dic. - "Abbiamo ottenuto più di 27…

Leggi tutto...
Frontpage Slideshow (version 2.0.0) - Copyright © 2006-2008 by JoomlaWorks

Menu Principale

Login



Blocco Studentesco: striscioni in tutta Italia per ricordare la vittoria italiana nella Prima Guerra Mondiale Stampa

Roma, 4 nov – “Ieri notte il Blocco Studentesco ha voluto celebrare la data del 4 novembre con l’affissione di alcuni striscioni a Roma e in tutta Italia – inizia così la nota di Andrea Augenti, portavoce nazionale del movimento – con su scritto ‘Celebra l’eroe non il rifugiato’. Azione per ricordare la vittoria dell’Italia nella Grande Guerra e il sacrificio di decine di migliaia di ragazzi della gioventù italiana, come ad esempio i giovanissimi della classe del’99. Mentre oggi assistiamo ad un vero e proprio rovesciamento dei valori, la nostra classe politica e le sue compagini studentesche, ci impongono infatti la ‘celebrazione’ dei cosiddetti rifugiati, ovvero persone che fuggono dalla propria terra, spesso lasciando le proprie famiglie ma soprattutto abbandonando la Patria al proprio destino.

Con questa azione – continua così la nota di Andrea Augenti -  intendiamo ribadire la nostra scelta nel celebrare chi ancora oggi è in grado di combattere per qualcosa di più grande come la propria Nazione, chi parla di doveri verso la Patria e non solo di ‘diritti’, chi è pronto al sacrificio massimo della vita per difendere tutto ciò. Oggi è fondamentale che i giovani del nostro paese ritrovino se stessi nelle proprie origini e nello spirito che mosse i più alti esempi della nostra storia da Romolo a Cesare, da Garibaldi a Mazzini fino a Mussolini e si facciano di conseguenza carico del destino della nostra nazione. Oggi come ieri, riconosciamo nel sacrificio della trincea, nell’onore della prima linea e dell’ultima carica, quegli Italiani che hanno costruito e difeso la Patria come massimo esempio di dedizione ad essa. Come pure riconosciamo tutt’oggi quegli eroi e quei Popoli che difendono con lo stesso spirito e abnegazione la propria Terra come in Siria, Libano e Birmania (Karen State).

Riscoprire i proprio Padri fondatori, e riattualizzare lo spirito che li mosse per andare all’assalto del futuro – conclude così Augenti – perché il futuro non si reclama come un diritto ormai scaduto, ma si conquista combattendo”.

 


Leggi tutto...
 
Blocco Studentesco: blitz in tutta Italia nel giorno della Breccia di Porta Pia Stampa

Roma, 20 Settembre - Per ricordare la presa di Roma del 20 settembre 1870 il Blocco Studentesco ha organizzato in tutta Italia sit-in nei pressi di monumenti e luoghi simbolo mentre nella capitale è stato calato uno striscione con la frase ‘La tua guerra ora’ da Porta Pia.

Questa mattina in decine di città i militanti del nostro movimento hanno effettuato blitz e sit-in in luoghi simbolo che ricordano eventi e personaggi che hanno reso grande questa Nazione. Da Roma a Torino, da Trento a Lecce sono più di 20 le manifestazioni che si contano in giro per l’Italia, tutte sotto lo stesso motto ‘la tua guerra ora’.

Lo slogan riprende il nome dal nuovo punto del programma del Blocco Studentesco, che si pone come obbiettivo quello d’invertire la rotta rispetto alla tendenza sradicante del nostro tempo ‘facendo riscoprire quello spirito nazionale che ha infiammato i nostri padri nel Risorgimento’. Uno spirito che è ancora vivo e laddove sia assopito è nostro compito risvegliarlo, ridargli vigore. In un momento storico di crisi per l’Italia, il suo destino sembra sempre più intrecciato con quello di una gioventù che si trova di fronte alla scelta epocale di ‘risorgere o perire’, di fronte al dovere di risollevare i destini della Nazione.

Per questo motivo sono stati scelti luoghi simbolo, come i monumenti ai caduti di Lecce e Milano. Sono stati scelti monumenti ai Padri della Patria come Dante a Verona e Mazzini a Padova. A Roma invece è stata scelta la stessa Porta Pia; i ragazzi si sono arrampicati sulle mura per srotolare lo striscione e dare vita  alla piazza con fumogeni tricolori.

Come 146 anni fa i migliori giovani andarono alla conquista di Roma, restituendole il suo ruolo naturale di guida e centro del popolo italiano, in Italia ci siamo noi oggi che andiamo alla conquista del futuro con il loro stesso spirito.

Roma


Leggi tutto...
 
Il Blocco Studentesco celebra il Giorno del Ricordo Stampa

Roma, 10 Febbraio - Foibe: alcuni italiani non dimenticano” è il testo degli striscioni affissi nella notte in più di 50 città dai militanti del Blocco Studentesco in onore delle vittime delle foibe.

“Con quest'azione – si legge in una nota del movimento studentesco di CasaPound - vogliamo rendere omaggio ai 20.000 italiani infoibati e ai 350.000 costretti a fuggire dalle terre di Istria, Fiume e Dalmazia a seguito del terrore scatenato dalle truppe dei partigiani titini. È nostro dovere rendere omaggio ai nostri compatrioti trucidati o costretti alla fuga solo perché italiani”.

“Di fronte a chi vorrebbe ridurre il nostro paese all'ombra di se stesso – prosegue la nota -, a chi ci vuole umiliati, svenduti, ridimensionati a 'espressione geografica' o a parco giochi del resto del mondo, tenere viva la memoria di una tragedia nazionale così a lungo nascosta e mistificata, ricordare quella feroce pulizia etnica e l'esodo forzato di centinaia di migliaia di italiani da Istria, Fiume e Dalmazia, vuol dire in primo luogo riappropriarsi di quell'orgoglio nazionale che una classe politica impotente e asservita tenta più o meno consapevolmente di cancellare ogni giorno”.

Roma

Leggi tutto...
 
Blocco Studentesco: manifesti e gigantografie in tutto il Nord Italia per ricordare Giovanni Gentile Stampa

Milano, 15 apr – Un blitz a Milano, gigantografie a Verona, manifesti negli istituti scolastici di tutte le città del nord, così il Blocco studentesco ha ricordato l'assassinio di Giovanni Gentile.

“È un dovere per noi – dichiara il Blocco Studentesco – ricordare quest'uomo dal multiforme ingegno: scrittore, politico, filosofo, Giovanni Gentile è l'uomo che ha generato la miglior riforma della scuola mai esistita. Coniugando pensiero e azione e dando una struttura rigorosa al pensiero, lo studente della riforma gentiliana diveniva uomo pensante”.

“Non è un caso – prosegue il movimento – che oggi da un lato si omette l'opera gentiliana dai programmi scolastici, né si ricorda il suo vile assassino, dall'altro si stanno scardinando progressivamente i capisaldi della sua riforma e si mira a trasformare gli studenti in automi allineati al pensiero unico, schiavi di un incantesimo che li vuole ribelli su internet e nella vita reale perfettamente allineati ai messaggi del potere. Per questo vogliamo trarre gli auspici dalla figura di Giovanni Gentile e spronare gli studenti alla conoscenza di questo grande lume della cultura italiana”.

 

 

 

 

 

 

Aosta

 


Leggi tutto...
 
Blocco Studentesco:"Renzi pagliaccio" centinaia di striscioni in tutta Italia contro la "buona scuola" Stampa

11 gen - Centinaia di manifesti raffiguranti Renzi col naso da pagliaccio affissi fuori dagli istituti scolastici contro la "buona scuola", è l'azione svolta dal movimento Blocco Studentesco su tutto il territorio.

Abbiamo voluto ribadire la nostra totale contrarietà al progetto del governo Renzi di voler fare gli interessi di privati tramite la riforma scolastica. Nel dossier “La buona scuola” risulta più che evidente la volontà da parte del governo di finanziare gli istituti pubblici tramite investimenti di privati che ne ricaverebbero profitto contro i reali interessi degli studenti, oltre che la volontà di mettere le strutture sotto la dirigenza di un preside/manager.

In questo modo il premier Renzi e la sua "riforma" risultano solo pagliacciate per coprire i reali interessi privati. Il Blocco Studentesco è e sarà pronto per affrontare questa, oltre che nuove battaglie, difendendo il diritto allo studio di tutti gli studenti, senza retoriche o parole non seguiti da fatti concreti.

 


Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 43

Calendario Eventi

<<  Dicembre 2016  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
     1  2  3  4
  5  6  7  8  91011
12131415161718
19202122232425
262728293031 

Propaganda

  • Locandine
  • Locandine
  • Locandine
  • Locandine
  • Locandine
  • Locandine
  • Locandine
  • Locandine

Google Analytics Tracking

Chi è online

 4 visitatori online
Nessun URL del feed specificato.
Copyright © 2016 Blocco Studentesco. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.