Click on the slide!

Blocco Studentesco:"Renzi pagliaccio" centinaia di striscioni in tutta Italia contro la "buona scuola"

11 gen - Centinaia di manifesti raffiguranti Renzi col naso da pagliaccio affissi fuori dagli istituti scolastici contro…

Leggi tutto...
Click on the slide!

Blocco Studentesco: Ottenuti oltre 27mila voti nelle scuole d'Italia, decine di consiglieri eletti nelle consulte provinciali

Polacchi, "da nord a sud siamo tornati protagonisti della politica studentesca" Roma, 15 dic. - "Abbiamo ottenuto più di 27…

Leggi tutto...
Click on the slide!

Blocco Studentesco: Blitz e sit-in in tutta Italia contro la "Buona scuola" di Renzi

A Roma protesta davanti al Ministero dell'Istruzione con maschere di Renzi pagliaccio Roma, 15 sett -…

Leggi tutto...
Click on the slide!

Blocco Studentesco, Sit-in e volantinaggi inaugurano la“Settimana del Ricordo” nelle città italiane

Roma, 10 febbraio – Striscioni affissi in tutte le città italiane, volantinaggi, sit-in e conferenze per commemorare…

Leggi tutto...
Click on the slide!

«Stop alle violenze dei rom», oltre 500 studenti protestano fuori il Domizia Lucilla di Roma

Roma, 28 nov. – «Stop alle violenze dei rom, alcuni italiani non si arrendono». Con questo slogan…

Leggi tutto...
Click on the slide!

Blocco Studentesco, BASTA DISOCCUPAZIONE - CORTEO 24/10/2014

Ascoli, 24 ottobre 2014 – Si è svolta questa mattina nella cittadina picena una partecipata manifestazione promossa e…

Leggi tutto...
Frontpage Slideshow (version 2.0.0) - Copyright © 2006-2008 by JoomlaWorks

Menu Principale

Login



Blocco Studentesco:"Renzi pagliaccio" centinaia di striscioni in tutta Italia contro la "buona scuola" Stampa

11 gen - Centinaia di manifesti raffiguranti Renzi col naso da pagliaccio affissi fuori dagli istituti scolastici contro la "buona scuola", è l'azione svolta dal movimento Blocco Studentesco su tutto il territorio.

Abbiamo voluto ribadire la nostra totale contrarietà al progetto del governo Renzi di voler fare gli interessi di privati tramite la riforma scolastica. Nel dossier “La buona scuola” risulta più che evidente la volontà da parte del governo di finanziare gli istituti pubblici tramite investimenti di privati che ne ricaverebbero profitto contro i reali interessi degli studenti, oltre che la volontà di mettere le strutture sotto la dirigenza di un preside/manager. In questo modo il premier Renzi e la sua "riforma" risultano solo pagliacciate per coprire i reali interessi privati.

Il Blocco Studentesco è e sarà pronto per affrontare questa, oltre che nuove battaglie, difendendo il diritto allo studio di tutti gli studenti, senza retoriche o parole non seguiti da fatti concreti.

Roma

Leggi tutto...
 
Blocco Studentesco: Ottenuti oltre 27mila voti nelle scuole d'Italia, decine di consiglieri eletti nelle consulte provinciali Stampa

Polacchi, "da nord a sud siamo tornati protagonisti della politica studentesca"

Roma, 15 dic. - "Abbiamo ottenuto più di 27 mila voti nelle elezioni studentesche delle scuole di tutta Italia, abbiamo vinto la presidenza della Consulta Regionale degli Studenti delle Marche e di quella provinciale di Ascoli, Fermo e Isernia, oltre a decine di consiglieri in altre province. Possiamo dire che insieme alla campagna contro la "Buona Scuola" di Renzi che ha visto blitz e manifestazioni in tutta Italia, questi dati sanciscono un ritorno in grande stile del Blocco Studentesco". Lo afferma in una nota Francesco Polacchi, responsabile nazionale del Blocco Studentesco.

Al nord il movimento studentesco di CasaPound Italia ottiene rappresentanti in Trentino Alto Adige, con eletti a Trento, Bolzano e Pergine, voti ma nessun rappresentante nelle scuole di Riva del Garda. In Lombardia consiglieri eletti al Mazzini di Milano, bottino pieno al Torno di Castano Primo con due eletti e rappresentanti ottenuti anche in due istituti di Bergamo, mentre in Friuli ottimi risultati a Pordenone con eletti in ben 3 scuole. Nella "difficile" Genova più di 200 voti al liceo Montale. Al sud il Blocco Studentesco si afferma soprattutto in Puglia, dove a Lecce e Provincia raccoglie centinaia di voti e due rappresentanti negli istituti Vanoni, Moccia, Galilei e Deledda, a Barletta un eletto all'istituto Fermi mentre al Notarangelo-Rosato di Foggia la nostra lista ha ottenuto la metà dei consensi. In Campania un eletto in Consulta al Colletta di Avellino.

Nelle Marche solo ad Ascoli e Fermo il Blocco Studentesco ottiene 23 rappresentanti eletti in 11 istituti, tra cui i licei Orsini e Trebbiani e il tecnico Umberto I nel capoluogo piceno e l'Ipsia e l'alberghiero di Fermo. Ottimi anche i risultati di Abruzzo e Molise con eletti negli istituti Pomilio di Chieti, Majorana di Isernia, Galilei di Pescara ed Emanuele II di Lanciano. In Toscana eletti 10 rappresentanti nelle scuole di Prato (provincia dove è stato ottenuto anche il vice presidente della Consulta), Firenze, Lucca, Massa e Arezzo. In Umbria il movimento studentesco di Cpi conquista un rappresentante al Da Vinci di Foligno e ben 4 consiglieri eletti in 3 istituti di Todi. Passando al Lazio nel viterbese il Blocco si afferma a Civita Castellana in due istituti, a Ceprano e Cassino in provincia di Frosinone e nel territorio pontino soprattutto ad Aprilia con 6 eletti in 3 istituti.Il centro Italia e Roma restano la roccaforte del movimento.

A Roma e provincia il Blocco Studentesco ottiene 74 consiglieri eletti negli istituti e oltre 11mila voti totali. Nella capitale il movimento studentesco di CasaPound Italia si afferma in licei storici come il Kennedy di Monteverde e il Democrito di Ostia, mentre fa il pieno di voti al tecnico Bachelet. In provincia presi 6 rappresentanti nelle scuole di Tivoli e Guidonia e ben 9 ai Castelli Romani, tra cui spiccano i due consiglieri eletti al Maffeo Pantaleoni di Frascati e i due del Vallauri di Velletri.


 
Blocco Studentesco, Sit-in e volantinaggi inaugurano la“Settimana del Ricordo” nelle città italiane Stampa

Roma, 10 febbraio – Striscioni affissi in tutte le città italiane, volantinaggi, sit-in e conferenze per commemorare l’eccidio dei 20 mila italiani martiri delle foibe, e i 300 mila esuli istriani, giuliani e dalmati.

Foibe: io non scordo”, “La verità non può essere infoibata”: con questi slogan il Blocco Studentesco presenta le varie iniziative e conferenze che si svolgeranno nelle scuole di Roma e d’Italia durante il corso della settimana.

“Anche quest’anno – dichiara Fabio Di Martino, responsabile nazionale del Blocco Studentesco – abbiamo voluto ricordare la tragedia che alla fine della Seconda Guerra Mondiale colpì i nostri connazionali della Venezia Giulia e della Dalmazia, vittime di uno spietato piano di pulizia etnica messo in atto dalle forze jugoslave che avevano occupato quelle terre allo scopo di favorirne l’annessione alla Jugoslavia. Migliaia di italiani – continua il responsabile del movimento - furono gettati vivi o morti nelle Foibe, infinite voragini che si aprono nel terreno carsico, o costretti ad abbandonare le proprie abitazioni per sfuggire alle violenze dei partigiani di Tito”.

“Una pagina triste della nostra storia – conclude Di Martino che spesso viene volutamente dimenticata, sminuita o negata per ragioni ideologiche, offendendo il ricordo di quanti trovarono la morte o dovettero patire l’esilio in quei terribili giorni per la sola colpa di essere italiani”.

 


Leggi tutto...
 
Blocco Studentesco: Blitz e sit-in in tutta Italia contro la "Buona scuola" di Renzi Stampa

Dim lights Embed Embed this video on your site

A Roma protesta davanti al Ministero dell'Istruzione con maschere di Renzi pagliaccio

Roma, 15 sett - Questa mattina in decine di città italiane, in occasione dell'inizio dell'anno scolastico, i militanti del Blocco Studentesco hanno organizzato manifestazioni, blitz e sit-in al grido di "Questa buona scuola è una pagliacciata".

"In un paese in cui il 45% delle scuole in cui oggi iniziano le lezioni non rispetta le norme sull'edilizia, in cui da anni mancano i fondi per sviluppare l'offerta formativa, in cui la percentuale di abbandono scolastico ha toccato il 20% superando la media europea - spiega in una nota il Blocco Studentesco - non possiamo tollerare che la riforma della scuola venga fatta passare come il fiore all'occhiello del governo Renzi".

"Dalla lettura del Ddl approvato nel luglio scorso - continua la nota - emerge ancora una volta la volontà di finanziare gli istituti privati mentre per le scuole pubbliche la capacità di trovare finanziamenti da parte di "sponsor" e investitori privati darà la possibilità alla nuova figura del "preside-manager" di programmare un piano d'offerta formativo vincolato e disomogeneo. Quello che poi risulta evidente e inaccettabile - conclude il Blocco Studentesco - è l'ideologia che si cela dietro questa riforma: Bisogna ragionare da consumatori già da ragazzi, la formazione culturale deve passare in secondo piano. Il metro di giudizio è l'utilità, come si fosse un azienda. Per noi l'Istruzione è ben altra cosa, ben più seria. Non è roba per pagliacci."

 


Leggi tutto...
 
«Stop alle violenze dei rom», oltre 500 studenti protestano fuori il Domizia Lucilla di Roma Stampa

Roma, 28 nov. – «Stop alle violenze dei rom, alcuni italiani non si arrendono». Con questo slogan oltre 500 studenti degli istituti Tacito e Domizia Lucilla hanno manifestato questa mattina in via Cesare Lombroso a Roma nei pressi del campo nomadi, per rispondere con forza alle provocazioni di alcuni esponenti di etnia rom, che nei giorni scorsi avevano lanciato dei sassi all'indirizzo di alcuni studenti italiani che frequentano gli istituti del quartiere.

«È una situazione invivibile, questi episodi accadono molto spesso – spiega Fabio Di Martino, responsabile nazionale del Blocco Studentesco – per questo oggi abbiamo voluto dimostrare che ci sono ragazzi italiani che non sono disposti a subire in silenzio questo tipo di prepotenze». «Le scuole romane sono fatiscenti – aggiunge l'esponente del movimento studentesco di CasaPound Italia – per questo è ancora più inconcepibile che il sindaco Marino e le istituzioni finanzino i campi rom o i centri d'accoglienza, strutture che al di là delle visioni buoniste e ipocrite non fanno altro che aumentare il degrado delle nostre città».


Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 42

Calendario Eventi

<<  Febbraio 2016  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
  1  2  3  4  5  6  7
  8  91011121314
15161718192021
22232425262728
29      

Propaganda

  • Locandine
  • Locandine
  • Locandine
  • Locandine
  • Locandine
  • Locandine
  • Locandine
  • Locandine

Google Analytics Tracking

Chi è online

 18 visitatori online
Nessun URL del feed specificato.
Copyright © 2016 Blocco Studentesco. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.